Il Caffè

L’azienda Parèo acquista diverse varietà di caffè che compongono la miscela. I principali paesi di provenienza sono: Uganda, Tanzania, India, Africa, Santos e Guatemala.

Ed è proprio il Guatemala la terra di un caffè di elevatissima qualità: il Huehuetenango, apprezzato da una nicchia esperta di clienti e commercializzato sul mercato equo e solidale.

Il caffè di Huehuetenango del Guatemala è Presidio Internazionale Slow Food. Fonti storiche menzionano la coltivazione di Huehuetenango, facendola risalire al lontano 1773 ad opera dei padri Gesuiti.

Il caffè del Presidio è ricavato da piante di Coffea arabica coltivate all’ombra di alberi ad alto fusto. La raccolta è manuale: le ciliegie sono staccate una a una e riposte in ceste di vimini legate ai fianchi. I chicchi sono estratti dalle bacche artigianalmente, attraverso un delicato processo di fermentazione che inizia entro quattro ore dalla raccolta e dura 24-36 ore. Dopo la spolpatura, i grani seccano al sole per almeno tre giorni, continuamente rivoltati con un rastrello.

La genesi del caffè Parèo ha inizio dai chicchi vergini del caffè ancora gialli. Questi ultimi, solitamente in una mole pari a 120 chili, vengono tostati utilizzando la legna di quercia (resistente e poco permeabile agli odori dell’ambiente esterno). Questa fase non richiede tempi o temperature specifiche, l’esperienza del maestro torrefattore è il solo mezzo per ottenere la tostatura perfetta. Il chicco torrefatto aumenta il suo volume del 30% circa, mentre il suo peso diminuisce poiché gran parte dell’acqua che lo compone evapora. Il calo ponderale si attesta in media sul 15-20% (fonte Wikipedia).

A questo punto i chicchi vengono riposti nei rispettivi raccoglitori. Al momento di produzione della miscela, i chicchi vengono prelevati, epurati da corpi estranei nel miscelatore e, successivamente, tritati. La miscela ora pronta per rispondere ad ogni esigenza, viene differentemente confezionata (pacchi bar, cialde, ecc.).

tostato_little